TELEFONO

800217676

WHATSAPP

(+39)335.7002131

TELEGRAM

(+39)335.7002131

SMS

(+39)335.7002131

EMAIL

diretta@radiolinea.it

ART Breaking NEWS

di Beatrice Silenzi

La nostalgia è un’emozione tanto familiare quanto enigmatica, ambivalente, che accompagna molte fasi della nostra vita.
È una sensazione complessa, che racchiude il desiderio di ritornare a luoghi, momenti o stati d’animo passati.
Attraverso il ricordo e la reminiscenza, la nostalgia diventa un importante strumento di conoscenza di sé.

Essa rappresenta un complesso stato emotivo caratterizzato da un desiderio struggente di ritornare a luoghi, tempi o eventi del passato: il termine, infatti, deriva dal greco “nostos”, che significa “ritorno a casa”, e “algos”, che si traduce come “dolore” e coniato alla fine del Seicento dal medico svizzero Johannes Hofer per descrivere le sofferenze dei mercenari svizzeri lontani dalle loro terre native.

Nel tempo, la nostalgia ha acquisito sfumature poetiche, evolvendosi da una condizione medica a un’emozione complessa che abbraccia tristezza, rimpianto e una particolare forma di gioia derivante dalla rievocazione di momenti felici.

Provarla significa intraprendere un viaggio emotivo attraverso la propria memoria e si manifesta in molteplici forme: dal desiderio di tornare a luoghi o tempi felici, alla rievocazione di relazioni significative, o anche alla ricerca di uno stato emotivo particolare.

Nonostante la tristezza sia associata alla lontananza, la piacevolezza è legata al ricordo di momenti felici: un mix di emozioni contrastanti che contribuisce alla sua unicità. 

Ma, sebbene nostalgia e malinconia possano sembrare simili, esistono delle differenze: racchiudono un rimpianto per il passato, ma la malinconia è più indefinita e spesso è associata a una sensazione di perdita non specificata.
La nostalgia, invece, è legata a ricordi specifici, luoghi o persone ed è più circoscritta.

Si manifesta in risposta a una varietà di stimoli e condizioni: ricordi significativi del passato possono essere attivati da stimoli sensoriali specifici: la mancanza di persone care, luoghi familiari o esperienze importanti può intensificarla, facendo emergere un desiderio profondo di ritorno al proprio “luogo emotivo” o “casa affettiva”.

La nostalgia può emergere in momenti di transizione o cambiamento, offrendo un ancoraggio emotivo nei periodi di incertezza e quella del passato può essere vista come una risposta umana ai cambiamenti e alle incertezze della vita.

La nostra resistenza al cambiamento e l’attaccamento alle abitudini ci portano a desiderare periodi della vita in cui ci sentivamo più sicuri e felici, ecco perché essa è un meccanismo di difesa psicologica contro l’ansia e l’incertezza del presente.

Approfondire le relazioni sociali e condividere i propri sentimenti con amici e famiglia può portare a connessioni più profonde e a una maggiore empatia.
L’arte e la creatività possono anche essere strumenti potenti per esprimere e trasformare le emozioni nostalgiche in esperienze positive.